NEWS   /  RESOCONTI MASCHI 20-21

RESOCONTO SASSUOLO-GENOA 2-1 7/01/2021

 

Il Sassuolo torna alla vittoria, batte il Genoa, venuto a Reggio Emilia a giocarsi la sua modesta partita e cancella la brutta sconfitta rimediata a Bergamo contro l'Atalanta.

Il primo tempo vede una partita bloccata, con il Sassuolo che come sempre tiene il pallino del gioco, creando anche qualche occasione pericolosa, ma non riesce a trovare l'imbucata vincente mentre il Genoa tenta di tanto in tanto di ripartire e in alcune occasioni si rende pericoloso dalle parti di Consigli.

Da segnalare l'infortunio di Berardi.

Nel secondo tempo il Sassuolo entra in campo convinto e dopo un grande cambio gioco di Locatelli, Boga si trova davanti a Perin e non sbaglia, neroverdi in vantaggio!

Il vantaggio dura poco perchè arriva il pareggio del Genoa, bel pallone messo in mezzo da Ghiglione e l'attaccante rosso blu non sbaglia e insacca alle spalle di Consigli.

Nel finale di partita, esce Caputo, autore di una modesta partita, ed entra Raspadori, l'autore del gol del vantaggio!

Vittoria sofferta ma meritata! Bravi ragazzi!

 

RESOCONTO SAMPDORIA-SASSUOLO 2-3 23/12/2020

 

Al Ferraris il Sassuolo ritrova goal e gioco, anche se ancora non brillante come vorrebbe il Mister e regala a società e tifosi a Natale un quarto posto insperato dopo le ultime prestazioni.

In goal dopo appena 1 minuto, subisce la reazione Doriana ed il pareggio anche per colpa dei troppi errori in fase di impostazione, non esente Capitan Magnanelli che segna il proprio rientro da titolare, festeggiando la cinquecentesima partita con la maglia neroverde, sbagliando di tutto di più. (impossibile non perdonarlo!!)
La Samp reduce da due vittorie consecutive, gioca a viso aperto, senza estenuanti arroccamenti difensivi ed il Sassuolo risponde colpo su colpo con buoni fraseggi nello stretto, Traore' in gran serata si distingue trovando praterie nei lanci di cambio campo, terreno fertile per le imbucate di Caputo e Berardi, che non sbagliano l' appuntamento coi goal 1-3.
Inutile il secondo goal doriano e l'arrembaggio finale dei blucerchiati, un gran Consigli mette i sigilli alla porta ed i neroverdi tornano alla vittoria e ritrovano tre punti d'oro, per restare aggrappati alle prime della classe.
Boga in continua crescita, Traore' superstar, Berardi e Caputo devastanti, Locatelli insostituibile, Ferrari una sicurezza, Consigli insuperabile e tutti bravissimi nell'interpretare la gara.
Esaltanti poi i festeggiamenti nello spogliatoio, gruppo ritrovato, serenità e fiducia nel futuro insieme agli auguri di Buon Natale a tutti!

 

 

RESOCONTO SASSUOLO-MILAN 1-2  20/12/2020

 

Seconda sconfitta in campionato, meritata o no, di sicuro condizionata da un black out iniziale generalizzato di tutta la parte destra, del nostro schieramento, compreso quel Berardi che tanto bene sta facendo.

A fine gara uno sconsolato De Zerbi fa autocritica, addossandosi le responsabilità di alcune prestazioni disattese da parte di alcuni ragazzi, forse ancora immaturi per certi palcoscenici, rimane il fatto che lavori giorni ad impostare a scegliere i calciatori più adatti, in base alle condizioni fisiche e ad istruirli sul come adattare il gioco all' avversario, ed in appena 6 secondi, ore e ore di programmazione buttate al vento rendono giustificabile la delusione.
Mettiamo da parte velleità di primato e rimettiamo quelle vesti umili che ci appartengono perché solo attraverso la coralità del gioco ed il sudore sulla fronte a fine gara, dopo aver dato tutto in campo, possiamo sopperire alle differenze tecniche di squadre allestite con calciatori di livello superiore, con investimenti milionari (es. il tanto criticato Leao è costato al Milan appena ,si fa per dire , 35 milioni).
E anche noi tifosi, probabilmente carichi da una partenza di campionato esaltante, possiamo anche e aggiungo forse giustamente criticare l'operato del mister e dei ragazzi, ma sempre considerando il percorso fin qui intrapreso ed i valori reali delle competitor e delle difficoltà a sopperire ad infortuni, squalifiche e condizioni psicologiche e fisiche di elementi essenziali, perché probabilmente oggi occupiamo una posizione di classifica più consona alle nostre potenzialità e da oggi tutti insieme dobbiamo difenderla con le unghie e con denti. Forza Sasol!

 

RESOCONTO FIORENTINA-SASSUOLO 1-1 17/12/2020

 

Fiorentina 1 Sassuolo 1

O meglio Ribéry 1 Sassuolo 1
Sono sempre tante le motivazioni che rendono più o meno difficile affrontare i vari match, sicuramente in casa viola tali motivazioni erano ampliate dalla difficile posizione di classifica e da un gioco che non decolla e in questo clima, come anticipato da De Zerbi, in conferenza stampa pre partita, senza la giusta determinazione e concentrazione la sconfitta è alla porta.
La prima mezz'ora il Sassuolo gestisce il gioco anche mostrando qualità e precisione dei nemomenti migliori ed il goal di Traore' su taglio in profondità di Berardi è una vera perla.
La viola senza una vera idea di gioco si affida all'estro del suo calciatore più qualitativo, quel redivivo 37 enne francese che in gran serata, spinge avanti i compagni e si procura il rigore del pareggio per un intervento scomposto sulle gambe da parte di un nervoso Locatelli dopo il giallo che lo vedrà in tribuna forzata, domenica nella sentitissima sfida contro la capolista Milan.
Nel secondo tempo, cambi di fronte con un paio di occasioni per parte ma non cambia il risultato anche quando un De Zerbi agitatissimo, butta nella mischia Caputo e Defrel prima e Djuricic poi, col chiaro intento di portare a casa i 3 punti, assolutamente alla portata.

Termina 1-1
Un punto che permette di mantenere l' imbattibilità in trasferta e che ha mostrato una ripresa nel gioco del Sassuolo e come ribadito dal Mister, con lo svuotamento dell' infermeria ed il recupero delle migliori condizioni, saremo ancora protagonisti e meritevoli di giocarci fino alla fine un posto tra le prime posizioni del campionato.
Sempre e comunque Forza Sasol!

 

 

RESOCONTO SASSUOLO-BENEVENTO 1-0 11/12/2020

 

Troppo importante la posta in palio soprattutto per i nostri ragazzi che in formazione ampliamente rimaneggiata, probabilmente condizionati dalla tensione e dalla paura di commettere errori, cominciano la gara al piccolo trotto col solito possesso e giropalla lento che non confluisce mai in accelerazioni improvvise per mettere in difficoltà gli avversari che infatti fino all' azione del rigore che porta al vantaggio di Berardi, soffrono poco le giocate neroverdi e in seguito acquisiscono anche la forza il coraggio e la capacità di controbattere ed affacciarsi dalle parti di Consigli mettendo in apprensione in un paio di occasioni De Zerbi che dalla panchina sbraita insoddisfatto.

1-0 e tutti negli spogliatoi.
Il secondo tempo inizia subito con il brutto, quanto inutile fallaccio di Haraslin da rosso, dopo pochi minuti che costringe i neroverdi in 10 e 40 minuti di assedio campano che farà esaltare Consigli, migliore in campo e autore di parate decisive.

Il mister prova a cambiare qualcosa, ma anche con l' entrata di giocatori con più gamba il gioco non cambia ma la difesa continua a reggere.
Accontentiamoci, si fa per dire, c'è chi farebbe salti di gioia e venderebbe l' anima al diavolo per occupare, quella seconda posizione, anche se momentanea, in campionato e anche se questo non è il vero Sassuolo, quello del bel gioco, delle triangolazioni veloci, dei tagli precisi, dei movimenti perfetti, guardiamo positivi al futuro consapevoli che abbiamo una squadra che ha dimostrato di saper soffrire, di difendere coi denti tre punti d'oro e che una volta recuperati gli infortunati e i fisicamente acciaccati, potremo tornare a competere anche sul piano di quel gioco che al momento latita e continuare a sognare in grande, d' altronde anche ieri sera, nonostante tutto, il segnale è arrivato forte e chiaro.
Sempre e comunque Forza Sasol!

 

 

RESOCONTO ROMA-SASSUOLO 0-0 6/12/2020

 

Un punto dopo il match nella capitale, 19 totali, quinto posto in classifica appena sotto Juve e Napoli e sopra a Roma e Lazio, eppure qualcosa non và se anche il mister ha criticato a fine match, la prestazione dei propri ragazzi nel secondo tempo: troppo superficiali, troppi passaggi sbagliati e uomini fuori posizione, poca incisività nonostante la superiorità numerica .
Assenze importanti, scarsa forma fisica, mancanza di concentrazione? È evidente che in campo, rispetto alle gare di inizio campionato, qualcosa è cambiato e le prestazioni non sono più così convincenti e su questo il mister dovrà lavorare parecchio e anche noi tifosi dopo le giuste espressioni di delusione dobbiamo fare la nostra parte, tornando coi piedi per terra, comprendendo le difficoltà del momento, stando vicini alla squadra, supportando le ambizioni societarie, ma mai dimenticando che se anche ieri, nel bene come nel male, in trasferta abbiamo strappato un punto alla Roma dei vari Dzeko, Spinazzola, Rodriguez, Pellegrini, un piccolo miracolo è stato compiuto. 
Sempre e comunque Forza Sasol!

 

 

RESOCONTO SASSUOLO-INTER 0-3 28/11/2020

 

 

Partita che si presentava alla vigilia carica di significati e aspettative .
L'Inter, per lasciare alle spalle un brutto periodo, culminato con la brutta sconfitta a San Siro col Real che, con ogni probabilità, preclude il proseguio in Champions e mette a rischio la già calda panchina di Conte, difficilmente la dirigenza avrebbe digerito un'ulteriore sconfitta.
Il Sassuolo, per continuare il sogno di restare ai piani altissimi della classifica.
Brutto inizio per i neroverdi che con 15 minuti di pura follia, regalano con grossolani errori difensivi, il doppio vantaggio ai neroazzurri.
Troppo molle l' approccio alla gara e tutta quella sicurezza acquisita dalla difesa, in tre partite consecutive, senza accusare reti, viene vanificata da giocate superficiali che non ti puoi permettere davanti a calciatori come Sanchez e Lautaro Martinez, anche se la sfortuna sul secondo goal (autorete di Chiriches) ha fatto la propria parte.
Inutile poi recriminare sul palo colpito da Djuricic, domenica scorsa il Verona ne aveva presi 4 .
Il Sassuolo ci prova ad impostare il proprio gioco ma senza quella convinzione vista in partite precedenti, mentre l'Inter controlla senza particolari patemi e parte di rimessa.
Primo tempo 0-2
Gioco facile per i neroazzurri nel secondo che aspettano con calma le giocate in avanti del Sassuolo, obbligato a scoprirsi per cercare di recuperare il risultato, ripartendo in contropiede appena si presenta l'occasione.
Arriva così il terzo goal che chiude una partita difficile, interpretata male, iniziata troppo superficialmente.
È arrivata la prima sconfitta, speriamo che sia utile per capire che il campionato è lungo e difficile e se vogliamo ragionare da grande non possiamo permetterci distrazioni di sorta, soprattutto con quei club che anche se in (apparente) difficoltà come oggi l'Inter, annoverano tra le proprie file grandi campioni .
Male Chiriches che esce infortunato, buona gara dei soliti Berardi, Boga, Locatelli, troppo leggero Raspadori mentre Djuricic ancora non al meglio.
Guardiamo avanti con umiltà e lavoro sodo, perché anche la prossima con la Roma, non sarà una passeggiata e servirà il miglior Sassuolo .
Sempre e comunque Forza Sasol!

 

 

RESOCONTO VERONA-SASSUOLO 0-2 23/11/2020

 

Un Sassuolo tra i più brutti come gioco vince da squadra matura ed è volato in testa, almeno per qualche ora, alla classifica della Serie A. Il Verona tira da tutte le parti e prende pali e traverse come se non ci fosse un domani. Il Sassuolo fa 2 tiri e trova 2 goal. Al 42' Boga trova un goal da cineteca a giro sotto l'incrocio. Nella seconda frazione Berardi chiude i giochi al 75' con un gran tiro deviato sotto alla traversa. Questa è la dimostrazione di una grande squadra, di una squadra che sa quello che fa, ma soprattutto che capisce che nel calcio non si può sempre dominare, ma si può vincere lo stesso. E oggi si è visto qualche lancio lungo in più, dimostrazione di adattamento alla partita in corso. Sognare non costa nulla, mai. Essere il secondo Leicester sarà difficile, ma nessuno può e potrà impedirci di credere in questa impresa. Forza Sasol

 

RESOCONTO SASSUOLO-UDINESE 0-0  6-11-2020

 

Il commento alla sfida , sta tutto nel labiale di Consigli, catturato a termine partita dalla telecamera Sky : " che partita di m..."
Dopo la vittoria di Napoli ed una settimana all' insegna del De Zerbismo, esaltato un giorno sì e l' altro pure, da tutte le testate giornalistiche sportive e non, anche europee, pensavamo probabilmente di aver raggiunto quella maturità calcistica che si adatta ad ogni avversario e non pone limiti ed i recuperi di Berardi e Caputo, aggiungevano valore al ragionamento.
Non avevamo però, fatto i conti con l' Udinese, squadra ostica che fa della fisicità, la difesa ad oltranza e ripartenze veloci, la propria forza, ricordo che appena una settimana fa la capolista Milan, solo grazie ad una prodezza, nel finale, di Ibra è riuscita ad averne ragione.
Squadre come quella friulana, difficili da contrastare con difesa schierata, si superano solo con una grande velocità di esecuzione della manovra, precisione nei passaggi o attraverso la prodezza personale .
Troppo lento il nostro giropalla, difficile verticalizzare con avversari più alti e fisici, Boga solo l' ombra del calciatore che conoscevamo, Berardi poco incisivo, probabilmente ancora acciaccato dal risentimento muscolare e Caputo troppo solo, in mezzo all' area, tra i giganti bianconeri .
La partita scorre noiosa e la nostra inconsistenza porta l' Udinese ad imbastire anche qualche buona trama offensiva, con un grande De Paul (mi chiedo cosa ci faccia ancora a Udine) senza però pungere più di tanto.
Un punto che comunque muove la classifica, ma se vogliamo avere ambizioni da big, dovremo fare un ulteriore step ed adattare il nostro gioco, perché di partite così ne affronteremo altre.
Evitiamo le esaltazioni giornalistiche e lavoriamo sodo perché nessuno ci regalerà nulla e non montiamoci la testa, il campionato è lungo e va affrontato, partita dopo partita con tanta volontà e sacrificio.
Sempre forza Sasol

 

RESOCONTO NAPOLI-SASSUOLO 0-2  01-11-2020

 

 

Un miracolo dei neroverdi porta i ragazzi di mister De Zerbi al secondo posto in classifica. Il Sassuolo, con tantissime ed illustri assenze espugna il San Paolo con una partita gagliarda, presto forse per dire perfetta. La squadra si è comunque dimostrata estremamente solida e per la prima volta in questo campionato non ha preso neanche un goal. Evitiamo di parlare dell'ormai nota qualità dei ragazzi di mister De Zerbi, che ormai ne hanno da vendere. Il match comincia con il Sassuolo che gioca il suo solito calcio e il primo aspetto negativo si verifica al 10', quando Consigli, forse troppo sicuro dei giochetti di prestigio, serve Osihmen direttamente sui piedi con un errore da film horror, per poi decidere di trasformarsi in Superman e parare qualcosa di impossibile. Il Sassuolo continua a dominare il possesso palla, ma tira poco in porta. L'unica azione davvero degna di nota è un gran tiro da fermo di Boga. Finisce così un bel primo tempo. Nel secondo la musica non cambia, ma anche senza tiri pericolosi verso la porta del Napoli, quasi inaspettatamente, anzi, non quasi, Raspadori si conquista un calcio di rigore netto, che l'arbitro ci mette "40 minuti" ad assegnare. Rigore netto, Locatelli si presenta dal dischetto e freddo gela Ospina dopo averlo spiazzato. I neroverdi giocano un calcio favoloso, passaggi di prima, giochi di prestigio e sicurezza ai massimi livelli, anche grazie alla tecnica sopraffina di Locatelli stesso e di un Maxime Lopez in grande spolvero questa sera. Al 92' il Napoli reclama un rigore per una presunta trattenuta (leggerissima) di Marlon, appena entrato in campo tra l'altro, ai danni di Osimhen, ma l'arbitro lascia correre e sul capovolgimento di fronte proprio Lopez segna un goal da cineteca, gelando un San Paolo deserto. Finisce così, con Gattuso che si lamenta con l'arbitro Mariani di Aprilia per il rigore non concesso allo scadere e con De Zerbi che invece festeggia come un pazzo insieme ai suoi collaboratori. Altro salto di qualità del Sassuolo, che agguanta il secondo posto anche con poche azioni da goal degne di nota; questo è sintomo di maturità. Adesso si può dire, il Sassuolo è grande e si imporrà come tale. Ora bisogna però fare attenzione, perché spesso le vertigini da classifica fanno brutti scherzi ed una partita molto più difficile di quella di oggi, quella di venerdì contro l'Udinese in quel di Reggio Emilia tra le mure amiche, ci aspetta carichi più che mai. Forza Sasol

 

RESOCONTO SASSUOLO - TORINO 3 - 3 23 - 10 - 2020

 

Un solito Sassuolo dalle due facce fa venire un infarto ai tifosi. Primo tempo da cancellare per i neroverdi, che passano in svantaggio grazie ad un goal di Linetty molto fortunoso. Il primo tempo si conclude così. Nel secondo il Sassuolo comincia a macinare il suo gioco e pareggia i conti con un super goal di Djuricic di tacco. Il Toro si sveglia ed in 5 minuti fa prima il 2-1 con Belotti e poi il 3-1 con un gran tiro ad incrociare di Lukic. Il Sassuolo è pazzo e lo abbiamo già visto con il Bologna. All'83' Chiriches tira fuori un goal da urlo, forse neanche lui sa ancora come abbia fatto e poi un gran colpo di testa di Caputo fa 3-3 e fa impazzire i tifosi neroverdi. Una partita diversa, strana, ma che ha dimostrato sia i punti deboli che quelli forti dei neroverdi. Un Sassuolo che ci crede sempre e che per poco non fa un altro miracolo e va in testa alla classifica, ma va bene così. Andiamo avanti, Forza Sasol!

 

RESOCONTO BOLOGNA - SASSUOLO 3 - 4 18 - 10 - 2020

 

Rimonta incredibile dei neroverdi in quel di Bologna, nel primo tempo il Sassuolo va sotto ben due volte ma riesce, prima con Berardi e poi con Djuricic a riprendere la partita.

Nel secondo tempo, segna Orsolini, la partita sembra finita, ma con il Sassuolo, abbiamo imparato negli anni, NON è FINITA finchè non è FINITA!

Il pareggio arriva con Caputo al 70' mentre il goal del clamoroso 4 a 3 arriva su autorete di Tomiyasu! Il Sassuolo sbanca il Dall'Ara, si porta al secondo posto in classifica, segna 4 goal e vince il derby! Ottimo lavoro ragazzi!

 

RESOCONTO SASSUOLO - CROTONE 4 - 1 03 - 10 - 2020

 

Finalmente la dimostrazione che i neroverdi sono una grande squadra. Un brutto e spento Sassuolo porta a casa quello che in Seria A è tutto, è la cosa più importante, la vittoria, i 3 punti. Una squadra schiacciata, poco attiva e molto pigra che riesce a vincere anche largamente contro un ottimo Crotone. Questo significa essere una grande squadra.  Il Sassuolo passa in vantaggio con l'unico tiro in porta del primo tempo, un tiro smorzato di Berardi. Il Crotone pareggia nel secondo con un rigore netto grazie a Simy. Successivamente il Sassuolo dilaga, con Caputo su rigore, prima, e Caputo di nuovo con uno splendido tocco sotto. Chiude i giochi Locatelli con un tiro preciso all'angolino basso. Era importante vincere e l'abbiamo fatto. Godiamoci la secondo vittoria di fila e ricarichiamo le pile durante la sosta per ripartire carichi, in forma e affamati di punti a Bologna.

 

RESOCONTO SPEZIA - SASSUOLO 1 - 4 27 - 09 - 2020

 

Un Sassuolo bello, straripante e finalmente concreto demolisce lo Spezia e gli rovina il debutto in Serie A lontano dal Picco. Neroverdi che seguono De Zerbi, ma finalmente riescono ad essere devastanti davanti. Primo tempo non perfetto, col Sassuolo che passa in vantaggio con un gran goal di Djuricic, per poi subire il pareggio dal solito mattatore dei neroverdi Andrej Galabinov, che sfrutta la solita enorme disattenzione difensiva del duo Chiriches-Ferrari. Il secondo tempo va via molto più liscio, con il Sassuolo che domina in lungo e il largo lo Spezia. Prima Berardi su rigore riporta avanti i suoi, successivamente il Sassuolo dilaga con Defrel e Caputo, che dopo 3 goal annullati (sulla falsa riga di Napoli-Sassuolo della scorsa stagione), trova il meritatissimo goal del 4-1. L'unica azione degna di nota degli spezzini nel secondo tempo è la traversa del solito Galabinov sul 3-1 per i neroverdi. Finisce così una grande partita dei neroverdi! Già pronti per il Crotone, partita nella quale sarà fondamentale portare a casa altri 3 punti. Forza Sasol

 

RESOCONTO SASSUOLO - CAGLIARI 1 - 1 20 - 09 - 2020

 

Un Sassuolo bello, divertente e propositivo non va oltre il pareggio contro un modesto ma ben organizzato Cagliari. Il Sassuolo tiene bene il campo, domina la partita ma concede qualche occasione di troppo ai sardi che sono stati bravi nel concretizzarle. La partita inizia con il Sassuolo che, nei primi 15/20 minuti, poteva essere in vantaggio per 2/3 a 0 per la quantità e la qualità di gioco creato, Cagliari completamente chiuso nella prorpria area di rigore e che, di tanto in tanto, accennava qualche piccola e timida ripartenza.

A passare in Vantaggio per  primi sono i sardi, cross al centro di Joao Pedro che mette il pallone sulla testa di Simeone, lasciato completamente da solo dai difensori di casa, che a porta vuota insacca il goal del vantaggio.

Il neroverdi reagiscono, ma non è facile, il Cagliari si chiude completamente in area e tenta di ripartire, De Zerbi allora inserisce Defrel, per cercare di mettere velocità e tecnica, toglie Haraslin che ha disputato una buona gara nel complesso e mette Bourabia per dare più sostanza al centrocampo.

Sul finale di partita, su punizione, segna Bourabia, specialista dei calci da fermo. Ormai è tardi per cercare di ribaltare la partita ma il Sassuolo, tra una perdita di tempo e l'altra degli ospiti, ci prova. La partita finisce 1 a 1. Rimane l'amaro in bocca per alcune occasioni sprecate che, se sfruttate diversamente, potevano portare la partita in un'altra direzione. Testa allo Spezia.